Photo of Antonio Cordeddu

Mi presento

Mi chiamo Antonio Cordeddu e sono il titolare della Coranto. Quando ho fondato la società, nel 2002, ho deciso di perseguire nella mia azienda alcuni valori che hanno sempre costituito un punto di riferimento in questi anni: mettere al centro il cliente e le sue esigenze, progettare e pianificare in modo condiviso con i clienti i progetti informatici, supportare nel tempo le aziende che si sono rivolte alla Coranto. Questi valori sono quelli che ancora orientano la mia azienda.

Ho scelto per i progetti software l'open source perchè ne condivido i principi ispiratori, tra i quali, quello che ritengo il più significativo, che attraverso il contributo di ciascuno si possa contribuire alla crescita di tutti.

Sono solito definirmi un "artigiano del software" nel senso che mi piacciono gli oggetti costruiti con l'amore e la passione per ciò che si fa.

Dimenticavo... sono laureato in matematica, da sempre lavoro nel settore dell'informatica, ho una moglie e cinque figli e mi piace correre.

Storia

Operiamo dal 2002 e da sempre ci occupiamo di analisi e progettazione di siti web che hanno aiutato aziende ed enti a proporsi con successo.
Abbiamo iniziato utilizzando JSP/MySQL ma molto presto abbiamo conosciuto il mondo di OpenCms, in tutta la sua flessibilità e affidabilità.

A partire dal progetto per gli Agriturismo della Sardegna, realizzato nel 2005: un portale che permette di reperire le informazioni su tutte le aziende agrituristiche della Sardegna. Per questo progetto abbiamo infatti realizzato la prima migrazione da altre piattaforme verso OpenCms.

Negli anni 2012 e 2013 abbiamo collaborato con IIS Consulting nella costruzione del sito istituzionale della Lavazza, in ambito OpenCms.

Nel 2013 abbiamo lanciato il servizio di email hosting preofessionale servermx.com, sviluppato su piattaforma OpenCms.

Dal 2005 al 2016 abbiamo realizzato e fatto crescere, in piena autonomia, siti web aziendali, realizzandone e sviluppandone tutto il content management system sulla piattaforma OpenCms, anche in piena conformità agli standard internazionali sull’accessibilità WAI – AAA.

Metodologia

Il nostro modo di progettare non è mai lasciato al caso. Per questo ci rifacciamo ad una metodologia strutturata che affronta tutti gli step di analisi e progettazione, basandoci sulle indicazioni che arrivano dal RUP (Rational Unified Process).

Il RUP è una metodologia best practice che adotta un approccio di tipo iterativo, e che guarda all’insieme dei processi implicati nel progetto, piuttosto che al singolo processo.

La conseguenza di questo approccio è una metodologia di sviluppo che comporta la stretta osservanza di alcune fasi fondamentali:

  1. la condivisione piena con il cliente degli obiettivi e successivamente dei risultati;
  2. la certificazione congiunta di ogni risultato raggiunto;
  3. la pianificazione realisticamente delineata delle varie fasi del progetto;
  4. il rispetto delle tempistiche di ogni singola fase;
  5. la costruzione incrementale del prodotto;
  6. la verifica e l’individuazione rapida e tempestiva di eventuali anomalie evidenti o di insoddisfazione rispetto agli obiettivi.
    La modellazione del sistema viene eseguita utilizzando l'Unified Modeling Language (UML).